Medical Portal

The World of Medicine

Ricerca

Ricerca e Sviluppo

Attori Sanitari

Dispositivi e Prototipi

Assistenza

Attraverso il presente programma di Ricerca & Sviluppo si intende realizzare un sistema integrato (dispositivi adattativi, dispositivi di comunicazione, sistema informativo generale di supporto) attraverso cui consentire l’autorilevazione dei parametri vitali e di benessere personale di un paziente in terapia presso la propria abitazione. Il dispositivo di misurazione (d’ora in avanti prototipo di rilevazione) sarà in grado di interagire attraverso le reti wireless, con un’architettura informativa di storicizzazione, analisi ed instradamento delle informazioni ai diversi attori sanitari deputati alle attività di assistenza e cura in funzione di una scala di interpretazione della gravità del caso, pianificata sulla specifica scheda personale e di percorso salute identificativa della persona assistita. Nello specifico, tenendo conto delle direttive comunitarie che indicano i quattro settori di patologie prioritarie (cardiovascolari, diabetiche, renali, polmonari) il progetto si focalizzerà sugli aspetti legati alle patologie croniche affrontando gli aspetti della terapia in fase di monitoraggio, prevenzione delle acutizzazioni e fasi acute. Particolare interesse verrà dato alle patologie ed alle azioni di prevenzione per gli anziani di terza e quarta età. Nell’ambito del programma, oltre allo sviluppo di nuove tecnologie, si intende proporre una nuova modalità di attivazione degli attori del servizio sanitario locale che abbia come effetto più rilevante, quello di ridurre drasticamente la necessità di ospedalizzazione del paziente ed incentivi piuttosto il sistema di assistenza e cura, su reale bisogno e su assistenza pianificata e preventiva, presso il domicilio della persona assistita. Questo aspetto sarà particolarmente curato per consentire la prototipazione di un dispositivo di comunicazione (prototipo interfaccia di comunicazione domestico) che nell’obiettivo del futuro piano di sviluppo industriale, possa divenire uno degli apparati di uso comune di ogni abitazione italiana. Infine il programma come terza linea di intervento, svilupperà un sistema informativo complessivo, in grado di integrare lo scambio di informazioni tra tutti gli attori sanitari e socio-sanitari coinvolti nel processo di terapia e cura nei processi di domiciliazione. Innovaction ha l’obiettivo di partire dallo stato delle migliori esperienze raccolte dall’Osservatorio Nazionale per la valutazione e il monotiraggio delle reti e-care promosso dal Ministero della Salute onecare.cup2000.it per produrre un sistema integrato di prodotti e servizi, basati su tecnologie ed interfacce di comunicazione e di analisi (intelligenza artificiale) che possano garantire un reale beneficio economico alle ASL oltre che di miglioramento della qualità della vita per i pazienti.

Chi siamo

Innovaction health solution nasce dalla joint venture tra Aesys italia e Bioengineering & biomedicina company srl.
Innovaction health solution
La nuova rete Nasce dall’unione delle esperienze e delle competenze pluriennali delle due aziende.
La partnership punta a sviluppare un’offerta distintiva nel mercato PHS(personal Health System) indirizzata alle aziende attive nel settore ospedaliero, e in quello dei servizi con particolare attenzione all’ICT.
La consolidata esperienza di Aesys nei progetti di sviluppo software internazionali nell’ ambito della sanità, e la capacità di gestione dei processi di bioingegneria di Bioengineering & biomedicina company srl., permetterà ad Innovaction di seguire con efficienza le aziende italiane anche sui mercati esteri.
Un’esigenza questa sempre più sentita dalle realtà imprenditoriali italiane, che desiderano trasferire in maniera celere ed efficiente la gestione operativa del proprio business anche nelle filiali estere, sicuri di poter contare su un applicativo gestionale compliant con la normativa e la lingua del Paese straniero.

CURA DEL PAZIENTE

Attualmente, le soluzioni di Sanità Personale disponibili sul mercato per la gestione delle malattie croniche e delle persone fragili sono soluzioni fondamentalmente stazionarie e discrete: il paziente è previsto all’interno di una struttura erogatrice in cui una serie di apparati discreti fanno confluire i dati a una centralina di raccolta attraverso connessioni via filo. L’orientamento che si intende seguire in questo progetto prevede la realizzazione di sistemi indossabili , non invasivi e wireless. I risultati previsti dal progetto produrranno effetti in diverse direzioni tra cui sono significativi l’evoluzione verso MEM e NEM. Le tecnologie MEMS (sistemi Micro-Elettro-Meccanici) e NEMS (sistemi Nano-Elettro-Meccanici) saranno estremamente importanti per le applicazioni future nel dominio PHS. I sistemi MEMS sono dispositivi con le parti mobili molto piccole e che integrano gli elementi meccanici, i sensori, gli attuatori e l'elettronica su un substrato comune di silicio. Un aspetto importante è rappresentato dall'uso di MEMS per le applicazioni micro-chimiche e biomediche (BioMEMS), che hanno il tasso di crescita più veloce all'interno del mercato MEMS, specialmente per la rilevazione e la somministrazione di droghe, per i dispositivi di micro-fluidica, per i biosensori, i biochips, i sistemi lab-on-chip, le nano-particelle, il test e la diagnostica del DNA, la bio-telemetria e la genomica. Nei campi delle scienze biologiche ci sono molte aspettative riguardo a questa tecnologia, specialmente per i circuiti integrati microfluidi per le applicazioni di cure puntuali. Al BioMEMS è stato prestata molta attenzione dalla comunità che si occupa di micro e nano-tecnologie durante gli ultimi anni. Le micro tecnologie sono promettenti per l’automazione dei processi di scoperta della droga, oppure per sviluppare delle terapie meno invasive e perfino per realizzare nuove soluzioni per il sistema diagnostico. D'altra parte le vaste opportunità offerte dalla rete dei Sensori Corporali, capaci di catturare e trasmettere le informazioni dei pazienti, continueranno a guidare l'industria della sanità verso un’accresciuta mobilità. L'importanza sta nella consapevolezza che la mobilità nelle soluzioni della sanità sempre più si riferisce alla mobilità dei dispositivi di sensori/attuatori, degli operatori della sanità (“outsourcing”) e dei pazienti stessi.

SERVICE CENTER

AsapSkeleton Model è un Software per la Elaborazione, Ricostruzione e Rappresentazione in grafica 3D, basata su tecnologia openGL, dell’intero scheletro e della morfologia 3D del Rachide in particolare, in condizioni statiche e dinamiche, a partire da dati provenienti da strumentazione optoelettronica, per acquisizioni eseguite in accordo ai modelli inclusi nella famiglia di protocolli ASAP.

Il software presenta un set di viste predefinite nei piani anatomici paziente frontale, sagittale e trasversale, definiti in base alle indicazioni del gruppo internazionale di studio SRS (SpinalResearch Society). L’utente può anche scegliere viste personalizzate tramite gli operatori di rotazione, traslazione e scaling. Il software implementa il calcolo di tutti i parametri clinici di interesse per l’analisi della postura e della morfologia del rachide (angoli di Cobb, angoli Cifosi e Lordosi, Strapiombi spinali e Globali, inclinazione pelvi, rotazioni relative spalle/testa/bacino/talloni, parametri caratterizzanti la postura nel piano sagittale, dismetrie a livello bacino/spalle/testa etc.). I parametri clinici sono individuati in base alla più recente letteratura scientifica internazionale. I valori di tali parametri sono visualizzabili nella finestra 3D, in sovrapposizione allo scheletro, e/o in forma tabellare. In acquisizioni dinamiche, come nel caso di bendings laterali o frontali, AsapSkeleton Model permette di visualizzare frame-by-frame il movimento dello scheletro: sono anche presenti grafici personalizzabili delle traiettorie, velocità e accelerazioni di ogni marker, delle variazioni degli angoli spinali degli strapiombi spinali e globali e di numerose altre variabili biomeccaniche. Gli andamenti temporali di tali variabili sono rappresentati in modalità sincrona rispetto al movimento dello scheletro.

La rappresentazione tridimensionale dello scheletro è ampiamente personalizzabile tramite set di finestre di dialogo user-friendly: scelta dei parametri clinici/grafici da visualizzare, impostazione colori e font, selezione/deselezione di ogni singolo segmento dello scheletro etc. AsapSkeleton Model gestisce acquisizioni multifattoriali sia statiche che dinamiche, in cui cioè il dato cinematico è associato a dati acquisiti simultaneamente con altre strumentazioni di analisi biomeccanica, quali piattaforme di forza, sistemi baropodografici a solette, elettromiografi. Questi dati sono elaborati e rappresentati congiuntamente allo scheletro. Gli speciali algoritmi matematici proprietari di INNOVACTION consentono il corretto calcolo delle medie su più files omogenei, statici e dinamici. In questo modo, è possibile calcolare la morfologia media tridimensionale del rachide e i relativi valori medi e s.d. per tutti i parametri clinici elencati in precedenza. AsapSkeleton Model include il set di Reports Biomeccanici Preconfigurati per l’Analisi della Postura e della Morfologia del Rachide, in grafica tridimensionale con evidenziazione dei parametri clinici di maggiore rilevanza, pensati per presentare allo specialista clinico in maniera semplice e concisa il quadro biomeccanico del paziente sotto analisi.

SERVIZI

I Personal Health Systems (PHS) permettono l’erogazione di servizi sanitari personalizzati indipendentemente dalla locazione della persona con l’obiettivo di migliorare il proprio stile di vita, di attivare appropriati modelli di gestione della prevenzione e di contribuire alla diagnosi precoce. Sono soluzioni che prevedono il pieno coinvolgimento della persona-paziente in termini di “Responsabilita” nel processo di auto-cura mantenendo uno stretto contatto con la struttura medicale.
ASAP GAIT (Analisi del cammino )

E’ il modulo progettato specificamente per l’analisi del Cammino. A differenza di di altri softwares presenti sul mercato ASAP GAIT quando utilizzato con il marker set “completo a 49 markers permette di valutare oltre agli arti inferiori anche il Movimento di tutto lo scheletro ed in particolare del tronco e del Rachide 3D. Particolare attenzione è stata dedicata alla riduzione/compensazione degli errori dovuti al movimento della pelle (Artefatti da tessuto molle) e al mal posizionamento dei markers negli arti inferiori. A tale proposito infatti è stato sviluppato uno speciale algoritmo proprietario di Ottimizzazione Globale a doppio step (DSGOM) per la, per la determinazione ottima delle pose segmentarie nella catena cinematica degli arti inferiori. Include anche il calcolo delle variazioni nella morfologia del rachide e dei relativi parametri clinici durante il cammino. Naturalmente garantisce l’approccio MULTIFATTORIALE.

Analisi Movimento Arti Inferiori. Permette calcolo e visualizzazione di tutte le grandezze cinematiche e dinamiche di rilievo come: Angoli relativi alle articolazioni con vari metodi (angoli di Eulero e/o angoli di Attitudine etc); Velocità ed Accelerazioni angolari relative; Calcolo Assi di Istantanea Rotazione (frame per frame e loro variazione); Calcolo e visualizzazione Velocità ed Accelerazioni per ciascun Marker acquisito e dei Punti Anatomico-Scheletrici ricostruiti grazie alla procedura di ottimizzazione DSGOM, in particolare i centri delle articolazioni ed i centri di massa di ogni segmento; Identificazione automatica degli eventi del cammino basata sugli appoggi su piattaforma (se presenti) e/o sulle fasi temporali di stacco/appoggio del piede, in caso di acquisizione simultanea baropodografica con sistema a solette; Interfaccia interattiva per la definizione manuale degli eventi del cammino in mancanza di dati baropodografici associati alla cinematica; Calcolo dei Parametri Spazio/Temporali del Cammino: (Stride length, Stride duration, Stanceduration, StepLength etc.) ;Calcolo delle coppie e delle forze nette alle articolazioni (Momenti forze esterne e Momenti complessivi incluse componenti gravitazionali ed Inerziali; richiede la acquisizione sincrona delle componenti di reazione al suolo tramite piattaforma di forza); Visualizzazione grafica personalizzabile degli andamenti temporali delle variabili sopra descritte, con possibilità d zoom del passo, confronto arto destro/arto sinistro, sottrazione dei valori medi e/o dei valori misurati in ortostasi ed altre ancora.
Analisi del movimento del rachide. Permette di calcolare le variazioni dinamiche di tutti i parametri posturali riferiti alla Morfologia del rachide e all’assetto di tutto il corpo e del tronco quali: Variazione Angoli di Cobb sul piano Frontale (Sistema di Riferimento Paziente) ; Variazione Angoli Cifo- Lordosi sul piano Sagittale (Sistema di Riferimento Paziente); Variazione Strapiombi Spinali per singolo metamero e Medio per l’Intero Rachide (entrambi i piani); Variazione Strapiombi Globali per singolo metamero e Medio per l’Intero Rachide (entrambi i piani);Variazione dei carichi esercitati a livello del singolo corpo vertebrale (coppie e forze nette).

ASAP GAIT STATISTICS

Modulo aggiuntivo ai moduli ASAP GAIT e ASAP GAIT AVERAGE, per il confronto statistico tra parametri biomeccanici medi estratti da files di postura statica e/o di cammino medio, mediante t-Test. Caratteristiche funzionali: 1. Permette il confronto statistico tra parametri biomeccanici medi estratti da files di medie di Postura statica e/o di Cammino Medio mediante t-Test per medie appaiate. 2. Il confronto può essere applicato a tutte le variabili estraibili dal singolo file Medio (include anche il confronto tra variabili relative agli arti Destro e Sinistro), calcolate ed esportate dai moduli ASAP_GAIT e ASAP_EMG. 3. Il confronto viene sintetizzato con un indice globale riassuntivo (IED: Index of Estimated Differences) che permette di quantificare in termini percentuali le differenze statisticamente significative lungo le traiettorie di ogni variabile analizzata. Esempio: IED = 50% sull’angolo di flessione dell’anca sinistra vs. destra, significa che durante l’intero ciclo del cammino gli angoli di flessione 4. Questo modulo richiede la presenza del modulo ASAP GAIT e del modulo ASAP GAIT AVERAGE. La presenza del sw BIG è opzionale, se mancante l’identificazione delle fasi del passo dovrà essere eseguita manualmente.

ASAP_FRP

E’ un modulo specifico per l’analisi delle flessioni anteriori del tronco e lo studio delFlexionRelaxationPhenomenon. Caratteristiche funzionali: 1) Calcolo delle escursioni degli angoli spinali nel corso dell’esecuzione del movimento. 2)Include modulo di analisi del segnale elettromiografico di superficie SEMG acquisito in accordo alle specifiche del protocollo SENIAM per i muscoli paravertebrali (4 canali – multifido ed erectorspinae). Comprende algoritmi di filtraggio, di estrazione dell’inviluppo, di calcolo automatico degli intervalli di attivazione. In questo modo, è possibile analizzare la corrispondenza tra le fasi di attività muscolare e la cinematica del movimento. 3) Vista aggiuntiva frame-by-frame nel cosiddetto trunkplane, cioè in un piano anatomico definito dalla terna di markers C7, SIPS destra e SIPS sinistra. 4) Calcolo e rappresentazione dei parametri clinici della colonna vertebrale sia nel piano frontale anatomico del paziente (piano verticale passante per le SIPS, secondo la definizione SRS), sia nel trunkplane sopra definito. Il protocollo SENIAM stabilisce:

  • Channels Low Back Pain
  • L-R Multifidusactivity
  • L-R ErectorSpinae-Longissimus Dorsi activity

I miglioramenti sui servizi e-health determinati dall’introduzione dei sistemi PHS

Le funzionalità e i ruoli delle soluzioni PHS trovano stretta coerenza con i grandi temi della sanità elettronica in ambito europeo dal momento che il loro contributo potrebbe far fronte alle molte necessità presenti e future delle soluzione soluzioni e-health. Le principali problematiche affrontate oggi dai sistemi sanitari possono essere riassunti con i seguenti puzzle: l'aumento dei costi e crescenti esigenze e aspettative da parte della popolazione in un momento di ristrettezza economica. La spesa sanitaria in percentuale del PIL è stata in costante crescita con un tasso di crescita superiore a quella del PIL. In aggiunta con l’invecchiamento della popolazione si registra anche una diminuzione dei contributori alla spesa sanitaria. Sul piano della domanda di servizi sanitari l'invecchiamento della popolazione,è anche una fonte dell'aumento dei costi delle cure sanitarie per via dell’aumento delle malattie croniche e della loro co-morbilità. Nel seguito si riassumono le principali problematiche manifestate in generale dai sistemi sanitari e il ruolo specifico di miglioramento che possono introdurre le soluzioni PHS.

L'invecchiamento della popolazione

In questo contesto il potenziale impatto offerto dalle applicazioni PHS e’ significativo perché il monitoraggio remoto dei pazienti sia in ottica cura che prevenzione rappresenta un modo per contenere i costi in modo significativo. Tali applicazioni possono aiutare a concentrare le risorse sulla prevenzione, piuttosto che su costosi interventi medici dopo che i sintomi e le malattie si sono sviluppate. In tal modo si può contribuire a ridurre l'onere per il ricovero in ospedale, e a facilitare la diagnosi precoce, e quindi migliorare le possibilità di guarigione e diminuire la necessità di trattamento.

La domanda di accesso paritario ed equo

La disponibilità di soluzioni in grado di offrire più cure personalizzate basate su una migliore informazione, interazione dinamica contribuisce a responsabilizzare i cittadini e aumentare il livello di accesso distribuito. Le applicazioni PHS rispondono esattamente alla crescente domanda di auto-cura e benessere e possono migliorare l'accesso, sia di ridurre i tempi di attesa e la necessità per il trasporto. Esse, inoltre, possono aiutare i pazienti a fare scelte più appropriate per quanto riguarda la il consumo di servizi per la salute e aumentare così la qualità della loro cura.

Disallineamento nell'allocazione delle risorse

A causa di azioni riorganizzative o istituzionali può portare in molti casi a concentrazioni di risorse che sbilancia il carico di lavoro delle strutture preposte. L’introduzione di soluzioni PHS può contribuire ad attenuare il disallineamento riducendo gli interventi di assistenza faccia a faccia che potrebbe essere anche affidato ai medici di famiglia. Questo contribuisce a migliorare la soddisfazione dei medici perché sollevati da attività di routine. sul lavoro dei servizi sanitari professioni che, in caso sollevato da compiti di routine per essere gestiti automaticamente da alcune applicazioni PHS.

La frammentazione e le super specializzazioni

Un significativo impatto negativo e’ rappresentato dalla frammentazione delle infrastrutture e la presenza di specializzazioni per effetto di concentrazioni di tipologie di malattie. In questo scenario il contributo potenziale delle applicazioni e soluzioni PHS permette di attivare processi di interoperabilità fra tutti i livelli di assistenza sanitaria (primario, secondario e terziario…) In queste condizioni, si possono ridurre i problemi causati da frammentazione nella fornitura di cure assicurando la centralizzazione del singolo paziente, la riduzione degli effort per singolo paziente e un approccio unificato alla Raccolta dei dati.

Crescita dei costi inutili

Un ottimizzato e distribuito l'uso di informazioni possono indirettamente ridurre i comportamenti non appropriati che portano a una crescita non appropriata dei costi. Attraverso un appropriato sistema di distribuzione informativa è possibile educare i pazienti sull’andamento dei consumi e a una maggiore consapevolezza nella richiesta di servizi sanitari

PHS

L’ambiente familiare italiano è caratterizzato da una popolazione di cittadini di età avanzata. Conseguentemente i servizi sanitari e sociali si devono adeguare ai bisogni della popolazione che invecchia. Un intervento può essere fatto in termini di nuovi prodotti e servizi per l’ambiente familiare ”Made in Italy”, a sostegno del modo di vivere italiano, altamente appezzato all’estero, per creare una nuova generazione di prodotti di assistenza e di servizi ad alta tecnologia. La componente di informatica (ICT - tecnologie di comunicazione e di informazione) è un abilitatore importante, perché quasi tutti i prodotti ad alta tecnologia sono strettamente legati a tale sinergia. L’ ICT sta spingendo la ricerca e gli sforzi verso un paradigma di cambio nei servizi di assistenza e di erogazione delle cure sanitarie:
  • dall’assistenza passiva e "reattiva" a quella attiva e preventiva,
  • dal sistema di cura e assistenza "centrato sull’ospedale" a quello adattativo “centrato sulla persona”.
Secondo questo paradigma, l’erogazione di cure e di assistenza sanitaria implica continuità ed estensione al di là dei luoghi principali deputati a questo compito, come i vari ospedali, fino all’ambiente domestico e ai luoghi di lavoro. Questa “erogazione estesa” dà particolare risalto alla prevenzione ed alla diagnosi precoce delle malattie. Allo stesso tempo, questo nuovo modello mette i cittadini al centro del processo di erogazione del servizio sanitario, aiutandoli nella loro formazione, nella gestione della propria salute, sostenendoli per esserne attivamente coinvolti. All’interno di questo scenario un ruolo significativo è svolto dai Sistemi di Cura Personale che prevedono una nuova generazione di dispositivi ed applicazioni, come i sistemi indossabili e portatili, gli strumenti dati in dotazione ai cittadini (o ai pazienti, o ai consumatori, secondo il contesto) basati sempre più sulla convergenza fra ICT ed altre tecnologie, come: sensori biomedici, micro e nano sistemi, interfacce utente, elaborazione di segnali digitali e algoritmi intelligenti.
  • Diversamente dai vecchi schemi basati sulla connessione tra le reti informative dei presidi sanitari (regionali), lo schema PHS è focalizzato sul collegamento degli individui con le reti informative sanitarie. Lo schema PHS può dare una risposta a molte delle sfide proposte dai Sistemi Europei di Erogazione della Sanità, come: aspettative crescenti dei cittadini;
  • costi crescenti della sanità (particolarmente per le malattie croniche e le cure di lunga degenza);
  • maggiore mobilità dei pazienti;
  • popolazione più anziana;
In questo modo si possono introdurre benefici in termini di gestione delle cure sanitarie per le necessità di diverse fasce di cittadini: individui sani, individui in condizioni di rischio, pazienti cronici, persone anziane o in stato di bisogno che desiderano vivere una vita indipendente fuori dalle strutture di cura. Si rivolge anche ai professionisti della sanità, qualora necessitino di supporto per il monitoraggio e la diagnosi ed assistenza per prendere delle decisioni accurate. Alcuni dei risultati potenziali che il PHS è in grado di produrre sono:
  • riduzione dei costi di ricovero (oggi incrementati da fattori quali l'aumento del lasso di tempo tra il momento in cui una malattia diventa complessa o cronica e la fine della vita, oppure l'eliminazione del periodo di sviluppo da uno stato pre-morboso a quello di malattia completa);
  • diminuzione dei costi di trattamento e di diagnostica, poiché occorreranno meno esami di laboratorio e visite all'ospedale come conseguenza sia del monitoraggio preventivo che della gestione delle malattie croniche;
  • aumento del rendimento degli operatori della salute (cioè costo unitario ridotto, grazie al telecontrollo e all’intervento attivo del paziente);
  • misure per gestire l'invecchiamento della popolazione.
Attualmente la maggior parte delle iniziative e degli investimenti si concentrano sul monitoraggio delle patologie croniche. Questa forte attenzione si giustifica in considerazione del trend in atto a livello di popolazione: crescita della componente anziana con relativa crescita delle patologie croniche che, oltre alla crescita delle componenti applicative di monitoraggio impatta significativamente anche sulla necessità dell’independent living. L’analisi del tema della gestione delle cronicità, mette in evidenza le patologie di maggiore impatto economico e sociale come malattie cardiovascolari, diabetiche, polmonari, renali, oncologiche. La realizzazione e la gestione dei servizi di sanità elettronica a supporto delle patologie menzionate è affidata alle soluzioni PHS che stanno via via affiancandosi alle soluzioni tradizionali e sono molto più centrate sui bisogni dell'utente. La gestione delle soluzioni per un corretto stile di vita si concentra essenzialmente sul monitoraggio dei parametri diretti a favorire la prevenzione e al benessere personale visto essenzialmente in ottica riabilitativa. Si tratta di un settore di recente applicazione della sanità elettronica che tuttavia rappresenta un trend molto importante per la sanità nazionale. Le soluzioni di independent living mirano a fornire supporto alle persone fragili nelle azioni della vita quotidiana con particolare attenzione alle possibilità di essere localizzate durante la fase di movimento fuori dell’abitazione e la possibilità di inviare necessità parametri vitali inclusi allarmi in caso di necessità.
Più in dettaglio, il progetto intende far fronte ai seguenti obiettivi principali:
  • Controllo continuo per i pazienti malati-cronici: il telecontrollo permette ai malati cronici di applicare adeguatamente i trattamenti medici di lunga durata, contribuendo così a ridurre considerevolmente il tasso di ricaduta e di crisi per tali pazienti.
  • Migliore qualità di cura e di risposta: permettendo un controllo più efficace dello stato del paziente, il sistema fornisce delle informazioni esatte, tempestive e periodiche al paziente ed al personale medico, il che porta a migliorare la diagnosi e la risposta ai pazienti. Inoltre ciò genera un miglioramento nel trattamento delle patologie e un innalzamento generale della qualità di cura per i pazienti.
  • Aumento della capienza di cura: il centro di servizio medico può curare un numero maggiore di pazienti. Gli ospedali hanno spesso pazienti con problemi che richiedono un lungo periodo di degenza: l'introduzione di soluzioni tecniche appropriate consente ai pazienti di essere controllati e trattati efficacemente in casa propria. Questo rappresenta un aumento della capienza medica e della personalizzazione del servizio.
  • Riduzione del costo sanitario: le soluzioni mobili proposte per la sanità riducono il tasso di ricaduta delle malattie e la durata di ospedalizzazione per i pazienti. Il sistema proposto non soltanto riduce l'esigenza di visite mediche frequenti, ma anche, generando tali riduzioni, può diminuire significativamente i costi.

CONTACT

Per maggiori informazioni, compila il form sottostante.
Scroll To Top